Privacy Policy

GIOVEDI 16 MAGGIO 2019

 

ANDRIA

 

SPAESATI – DEL MIGRARE E DI MIGRANTI

Lezione-concerto

di e con Stefano Allievi, Erica Boschiero e Sergio Marchesini

 

“Spaesati. Del migrare e di migranti” è una lezione-concerto sul tema della mobilità e delle migrazioni, del passato e di oggi, messe a confronto in un percorso di rimandi e interrelazioni, anche musicali.

 

I testi costituiscono una riflessione che prende spunto dai libri più recenti di Stefano Allievi (Tutto quello che non vi hanno mai detto sull’immigrazione, con G. Dalla Zuanna, Laterza, 2016; Immigrazione. Cambiare tutto, Laterza, 2018; e il recentissimo 5 cose che tutti dovremmo sapere sull’immigrazione (e una da fare), Laterza, 2018), messi in dialogo con canzoni originali di Erica Boschiero (e di altri: da Luigi Tenco a Ivano Fossati) e canti tradizionali dell’emigrazione italiana.

 

Lo scopo è ragionare sulle migrazioni del passato e quelle attuali, in una riflessione di lungo respiro che le metta in relazione, ma arrivando a proporre concretissime e pragmatiche soluzioni atte a risolvere i problemi che le migrazioni oggi pongono.

Stefano Allievi è professore di Sociologia, presidente del corso di laurea magistrale in “Culture, formazione e società globale” e direttore del Master su “Religions, Politics and Citizenship” presso l’Università di Padova. Si occupa di migrazioni e analisi del cambiamento culturale e del pluralismo religioso, con particolare attenzione alla presenza dell’islam in Europa: temi sui quali ha condotto molte ricerche e scritto libri in Italia e all’estero, pubblicati anche in varie lingue europee, in arabo e in turco. Oltre ai testi già citati ricordiamo, tra i più recenti: Il burkini come metafora. Conflitti simbolici sull’islam in Europa (Castelvecchi 2017), Conversioni: verso un nuovo modo di credere? Europa, pluralismo, islam (Guida 2016), La guerra delle moschee. L’Europa e la sfida del pluralismo religioso (Marsilio 2010), e altri per Einaudi, Garzanti, Routledge, ecc. Coltiva inoltre una passione di lungo corso per la poesia, tra i cui esiti recenti vi sono Punti di vista. Sociologia delle cose, e di altre cose(Ronzani 2018) e Nel mondo dei qualsiasi(Manni 2016).  www.stefanoallievi.it

 

DOMENICA 14 APRILE 2019 ore 17:30

PRINCIPESSE UN CORNO!

Auditorium Dina Orsi – Via L. Einaudi- Conegliano (TV)

Ingresso Gratuito

viaggio musicale negli stereotipi femminili
alla ricerca di una vera parità di genere

Coro dell’Università Popolare di Treviso
diretto da Erica Boschiero

con la partecipazione di
Gerardo Pozzi cantautore
Daniela Barzan voce narrante

Il 20 gennaio 2018 le Nazioni Unite lanciano l’allarme: “le donne guadagnano il 23% meno degli uomini, è il più grande furto della storia”. E non è che l’ultimo dato di una serie lunga millenni, che conferma come, dopo il lungo percorso di emancipazione femminile, ancora oggi le donne vengano sistematicamente discriminate, stigmatizzate, caricate di ruoli a cui corrispondere, pena la pubblica gogna o la violenza verbale e fisica, dentro e fuori le mura domestiche.

Attraverso un excursus storico e sociologico sulla figura e il ruolo della donna dal medioevo ad oggi, passando per la rivoluzione femminista, snodandosi tra letture, canzoni popolari e canzoni d’autore, il coro accompagnerà il pubblico a riflettere sul ruolo della donna oggi, sulla sua posizione nella società e sugli stereotipi che ancora gravano su di essa.

Ad accompagnare il coro e le letture sarà presente anche il cantautore Gerardo Pozzi, che darà voce al vissuto di uomini che a loro volta cercano di muoversi in un contesto che cambia. Perché una vera emancipazione potrà avere luogo soltanto se uomini e donne cammineranno insieme, guardandosi e riconoscendosi nella loro diversità e facendo di quest’ultima un valore, garantendosi uguali diritti ed opportunità, verso il futuro.

Coro dell’Università Popolare di Treviso

Il coro nasce nell’ autunno 2006 su iniziativa dell’allora Presidente dell’Università Popolare Auser di Treviso Luisa Tosi e della cantautrice Rosanna Trolese, che per molti anni si è occupata di canti a tema sociale e popolare, per creare un’occasione di socializzazione tra persone prevalentemente ultra-sessantenni e di riflessione su particolari contenuti di carattere storico e sociale.

Tra gli spettacoli realizzati in questi anni ricordiamo quello nato in occasione del 150° anniversario dell’Unità di Italia, che propone una ventina di canti rappresentativi di tutte le regioni d’Italia eseguiti in italiano e nei vari dialetti locali, e “La storia siamo noi”, excursus storico-sociologico sul tema della grande emigrazione veneta del periodo di fine ‘800 e prima metà del ‘900 e sulla storia dei lavori tipici locali dell’epoca, spettacolo che prevede accanto ai canti una sequenza di letture a cura dell’associazione SelaLuna e una proiezione di oltre 200 immagini e filmati a tema.

Gli spettacoli sono stati presentati nei diversi circoli Auser, in auditorium e piazze della provincia di Treviso e del Veneto, spesso arricchiti dalla presenza di cantautori locali come Erica Boschiero, Francesca Gallo, Giorgio Barbarotta, Davide Camerin, Alberto Cantone, Alberto Cendron, Leo Miglioranza e Gerardo Pozzi.

Nella primavera del 2017 la maestra Rosanna Trolese passa il testimone della direzione alla cantautrice Erica Boschiero.

Attualmente il coro è composto una trentina di donne, fortemente motivate a ritrovarsi non solo per amore della musica, ma anche per i contenuti affrontati attraverso le canzoni e per la funzione di integrazione, conoscenza del territorio e socialità che i vari concerti hanno favorito.

Non secondario è l’aspetto di ricerca artistica del coro, di condivisione delle esperienze personali delle coriste soprattutto in relazione ai temi trattati, dell’effetto benefico che la musica corale produce in chi la pratica in una situazione di ascolto reciproco e di rispetto dell’altro.

ERICA BOSCHIERO

“La nuova Joni Mitchell”, “una delle voci più interessanti della canzone d’autore al femminile nel panorama italiano”, così i giornalisti descrivono Erica Boschiero, cantautrice e cantastorie veneta.
E’ stata vincitrice del Premio d’Aponte 2008, del Premio Botteghe d’Autore 2009, del Premio Corde Libere 2013, del Premio Lunezia – Future Stelle 2015, Premio per il Miglior Testo a Musicultura e al Premio Parodi nel 2012 e finalista l’Artista che non c’era e altri premi per musica d’autore.

Ha tenuto concerti in Islanda, Norvegia, Francia, Germania, Svizzera, Estonia, Lettonia, Bielorussia, Ungheria, Nepal e Kazakhstan. Si è esibita in diretta su Rai 2 e Rai News 24, su Radio 1, Radio 2, RSI e molte altre radio nazionali e locali.

Ha in attivo tre album, “Dietro ogni crepa di muro”, “Caravanbolero” e “E tornerem a baita”.
Ha aperto concerti e/o duettato con Gino Paoli, Danilo Rea, Paola Turci, Maria Gadù, Ron, Luca Barbarossa, Neri Marcorè, Mariella Nava, Elena Ledda, Canio Loguercio, Gualtiero Bertelli, Alessio Bonomo, Maria Pia De Vito, Andrea Satta. Collabora regolarmente con il fumettista Paolo Cossi, con Sergio Marchesini ed Edu Hebling.

L’8 marzo 2017 il Sindaco della Città di Treviso le conferisce il Premio “Riflettore Donna”, Civica Onorificenza che premia ogni anno una donna della città distintasi per senso civico e professionalità. www.ericaboschiero.it

GERARDO POZZI

Gerardo Pozzi scrive canzoni da sempre, ma trova il coraggio di pubblicarle solo alla soglia dei quarant’anni.

Ha all’attivo due album autoprodotti (“Sconosciuti e imperfetti” e “Tigrecontrotigre”).
Nel 2014 vince il Premio Fabrizio De André.�Nel 2015 apre il concerto di Roberto Vecchioni, a Treviso, per Suoni di Marca.

Nel 2016 vince il Premio Botteghe d’Autore (come miglior testo). Pur restando uno sconosciuto, riceve critiche positive e sproni da parte di Paolo Conte, Giorgio Conte, e molti altri artisti che ama. Ha in preparazione un nuovo album (“Sono una brava persona”).

DANIELA BARZAN dell’associzioane SeLALUNA

SeLALUNA è un’Associazione che, attraverso progetti di scrittura, lettura, espressione corporea, iniziative legate al campo della letteratura, dell’editoria, dell’arte e manualità, mette a disposizione del sociale un’offerta culturale, ricreativa e di sostegno alla persona.

Mira al benessere e a una migliore qualità di vita soprattutto delle fasce deboli: gli anziani, i soggetti con disabilità, le donne straniere, i carcerati, i bambini ospedalizzati e le loro famiglie, ma si rivolge anche a tutte le persone che trovano- nell’incontro con la parola variamente intesa-occasione di crescita personale.

09/03/19

 

SABATO 6 APRILE 2019

ore 20.30 (da confermare)

FABRICA – CATENA DI VILLORBA (TV)

Via Postioma 54 F

 

SPAESATI – DEL MIGRARE E DI MIGRANTI

Lezione-concerto

di e con Stefano Allievi, Erica Boschiero e Sergio Marchesini

 

“Spaesati. Del migrare e di migranti” è una lezione-concerto sul tema della mobilità e delle migrazioni, del passato e di oggi, messe a confronto in un percorso di rimandi e interrelazioni, anche musicali.

 

I testi costituiscono una riflessione che prende spunto dai libri più recenti di Stefano Allievi (Tutto quello che non vi hanno mai detto sull’immigrazione, con G. Dalla Zuanna, Laterza, 2016; Immigrazione. Cambiare tutto, Laterza, 2018; e il recentissimo 5 cose che tutti dovremmo sapere sull’immigrazione (e una da fare), Laterza, 2018), messi in dialogo con canzoni originali di Erica Boschiero (e di altri: da Luigi Tenco a Ivano Fossati) e canti tradizionali dell’emigrazione italiana.

 

Lo scopo è ragionare sulle migrazioni del passato e quelle attuali, in una riflessione di lungo respiro che le metta in relazione, ma arrivando a proporre concretissime e pragmatiche soluzioni atte a risolvere i problemi che le migrazioni oggi pongono.

 

 

Stefano Allievi è professore di Sociologia, presidente del corso di laurea magistrale in “Culture, formazione e società globale” e direttore del Master su “Religions, Politics and Citizenship” presso l’Università di Padova. Si occupa di migrazioni e analisi del cambiamento culturale e del pluralismo religioso, con particolare attenzione alla presenza dell’islam in Europa: temi sui quali ha condotto molte ricerche e scritto libri in Italia e all’estero, pubblicati anche in varie lingue europee, in arabo e in turco. Oltre ai testi già citati ricordiamo, tra i più recenti: Il burkini come metafora. Conflitti simbolici sull’islam in Europa (Castelvecchi 2017), Conversioni: verso un nuovo modo di credere? Europa, pluralismo, islam (Guida 2016), La guerra delle moschee. L’Europa e la sfida del pluralismo religioso (Marsilio 2010), e altri per Einaudi, Garzanti, Routledge, ecc. Coltiva inoltre una passione di lungo corso per la poesia, tra i cui esiti recenti vi sono Punti di vista. Sociologia delle cose, e di altre cose(Ronzani 2018) e Nel mondo dei qualsiasi(Manni 2016).  www.stefanoallievi.it

 

 

info:

+39 0422 516111
fabrica@fabrica.it

DOMENICA 31 MARZO 2019 ore 17:30

PRINCIPESSE UN CORNO!

Loggia dei Cavalieri – Treviso (TV)

INGRESSO LIBERO

viaggio musicale negli stereotipi femminili
alla ricerca di una vera parità di genere

Coro dell’Università Popolare di Treviso
diretto da Erica Boschiero

con la partecipazione di
Gerardo Pozzi cantautore
Daniela Barzan voce narrante

Il 20 gennaio 2018 le Nazioni Unite lanciano l’allarme: “le donne guadagnano il 23% meno degli uomini, è il più grande furto della storia”. E non è che l’ultimo dato di una serie lunga millenni, che conferma come, dopo il lungo percorso di emancipazione femminile, ancora oggi le donne vengano sistematicamente discriminate, stigmatizzate, caricate di ruoli a cui corrispondere, pena la pubblica gogna o la violenza verbale e fisica, dentro e fuori le mura domestiche.

Attraverso un excursus storico e sociologico sulla figura e il ruolo della donna dal medioevo ad oggi, passando per la rivoluzione femminista, snodandosi tra letture, canzoni popolari e canzoni d’autore, il coro accompagnerà il pubblico a riflettere sul ruolo della donna oggi, sulla sua posizione nella società e sugli stereotipi che ancora gravano su di essa.

Ad accompagnare il coro e le letture sarà presente anche il cantautore Gerardo Pozzi, che darà voce al vissuto di uomini che a loro volta cercano di muoversi in un contesto che cambia. Perché una vera emancipazione potrà avere luogo soltanto se uomini e donne cammineranno insieme, guardandosi e riconoscendosi nella loro diversità e facendo di quest’ultima un valore, garantendosi uguali diritti ed opportunità, verso il futuro.

Coro dell’Università Popolare di Treviso

Il coro nasce nell’ autunno 2006 su iniziativa dell’allora Presidente dell’Università Popolare Auser di Treviso Luisa Tosi e della cantautrice Rosanna Trolese, che per molti anni si è occupata di canti a tema sociale e popolare, per creare un’occasione di socializzazione tra persone prevalentemente ultra-sessantenni e di riflessione su particolari contenuti di carattere storico e sociale.

Tra gli spettacoli realizzati in questi anni ricordiamo quello nato in occasione del 150° anniversario dell’Unità di Italia, che propone una ventina di canti rappresentativi di tutte le regioni d’Italia eseguiti in italiano e nei vari dialetti locali, e “La storia siamo noi”, excursus storico-sociologico sul tema della grande emigrazione veneta del periodo di fine ‘800 e prima metà del ‘900 e sulla storia dei lavori tipici locali dell’epoca, spettacolo che prevede accanto ai canti una sequenza di letture a cura dell’associazione SelaLuna e una proiezione di oltre 200 immagini e filmati a tema.

Gli spettacoli sono stati presentati nei diversi circoli Auser, in auditorium e piazze della provincia di Treviso e del Veneto, spesso arricchiti dalla presenza di cantautori locali come Erica Boschiero, Francesca Gallo, Giorgio Barbarotta, Davide Camerin, Alberto Cantone, Alberto Cendron, Leo Miglioranza e Gerardo Pozzi.

Nella primavera del 2017 la maestra Rosanna Trolese passa il testimone della direzione alla cantautrice Erica Boschiero.

Attualmente il coro è composto una trentina di donne, fortemente motivate a ritrovarsi non solo per amore della musica, ma anche per i contenuti affrontati attraverso le canzoni e per la funzione di integrazione, conoscenza del territorio e socialità che i vari concerti hanno favorito.

Non secondario è l’aspetto di ricerca artistica del coro, di condivisione delle esperienze personali delle coriste soprattutto in relazione ai temi trattati, dell’effetto benefico che la musica corale produce in chi la pratica in una situazione di ascolto reciproco e di rispetto dell’altro.

ERICA BOSCHIERO

“La nuova Joni Mitchell”, “una delle voci più interessanti della canzone d’autore al femminile nel panorama italiano”, così i giornalisti descrivono Erica Boschiero, cantautrice e cantastorie veneta.
E’ stata vincitrice del Premio d’Aponte 2008, del Premio Botteghe d’Autore 2009, del Premio Corde Libere 2013, del Premio Lunezia – Future Stelle 2015, Premio per il Miglior Testo a Musicultura e al Premio Parodi nel 2012 e finalista l’Artista che non c’era e altri premi per musica d’autore.

Ha tenuto concerti in Islanda, Norvegia, Francia, Germania, Svizzera, Estonia, Lettonia, Bielorussia, Ungheria, Nepal e Kazakhstan. Si è esibita in diretta su Rai 2 e Rai News 24, su Radio 1, Radio 2, RSI e molte altre radio nazionali e locali.

Ha in attivo tre album, “Dietro ogni crepa di muro”, “Caravanbolero” e “E tornerem a baita”.
Ha aperto concerti e/o duettato con Gino Paoli, Danilo Rea, Paola Turci, Maria Gadù, Ron, Luca Barbarossa, Neri Marcorè, Mariella Nava, Elena Ledda, Canio Loguercio, Gualtiero Bertelli, Alessio Bonomo, Maria Pia De Vito, Andrea Satta. Collabora regolarmente con il fumettista Paolo Cossi, con Sergio Marchesini ed Edu Hebling.

L’8 marzo 2017 il Sindaco della Città di Treviso le conferisce il Premio “Riflettore Donna”, Civica Onorificenza che premia ogni anno una donna della città distintasi per senso civico e professionalità. www.ericaboschiero.it

GERARDO POZZI

Gerardo Pozzi scrive canzoni da sempre, ma trova il coraggio di pubblicarle solo alla soglia dei quarant’anni.

Ha all’attivo due album autoprodotti (“Sconosciuti e imperfetti” e “Tigrecontrotigre”).
Nel 2014 vince il Premio Fabrizio De André.�Nel 2015 apre il concerto di Roberto Vecchioni, a Treviso, per Suoni di Marca.

Nel 2016 vince il Premio Botteghe d’Autore (come miglior testo). Pur restando uno sconosciuto, riceve critiche positive e sproni da parte di Paolo Conte, Giorgio Conte, e molti altri artisti che ama. Ha in preparazione un nuovo album (“Sono una brava persona”).

DANIELA BARZAN dell’associzioane SeLALUNA

SeLALUNA è un’Associazione che, attraverso progetti di scrittura, lettura, espressione corporea, iniziative legate al campo della letteratura, dell’editoria, dell’arte e manualità, mette a disposizione del sociale un’offerta culturale, ricreativa e di sostegno alla persona.

Mira al benessere e a una migliore qualità di vita soprattutto delle fasce deboli: gli anziani, i soggetti con disabilità, le donne straniere, i carcerati, i bambini ospedalizzati e le loro famiglie, ma si rivolge anche a tutte le persone che trovano- nell’incontro con la parola variamente intesa-occasione di crescita personale.

09/03/19

VENERDÌ 29 MARZO 2019 ore 20:30

PRINCIPESSE UN CORNO!

Auditorium Scuole Medie – Via Vittorio Veneto, 94 – CasaleSul Sile (TV)

Organizzato da ASSOCIAZIONE CASALE PER L’UNITÀ con il patrocinio del Comune di Casale Sul Sile

Ingresso Gratuito

viaggio musicale negli stereotipi femminili
alla ricerca di una vera parità di genere

Coro dell’Università Popolare di Treviso
diretto da Erica Boschiero

con la partecipazione di
Gerardo Pozzi cantautore
Daniela Barzan voce narrante

Il 20 gennaio 2018 le Nazioni Unite lanciano l’allarme: “le donne guadagnano il 23% meno degli uomini, è il più grande furto della storia”. E non è che l’ultimo dato di una serie lunga millenni, che conferma come, dopo il lungo percorso di emancipazione femminile, ancora oggi le donne vengano sistematicamente discriminate, stigmatizzate, caricate di ruoli a cui corrispondere, pena la pubblica gogna o la violenza verbale e fisica, dentro e fuori le mura domestiche.

Attraverso un excursus storico e sociologico sulla figura e il ruolo della donna dal medioevo ad oggi, passando per la rivoluzione femminista, snodandosi tra letture, canzoni popolari e canzoni d’autore, il coro accompagnerà il pubblico a riflettere sul ruolo della donna oggi, sulla sua posizione nella società e sugli stereotipi che ancora gravano su di essa.

Ad accompagnare il coro e le letture sarà presente anche il cantautore Gerardo Pozzi, che darà voce al vissuto di uomini che a loro volta cercano di muoversi in un contesto che cambia. Perché una vera emancipazione potrà avere luogo soltanto se uomini e donne cammineranno insieme, guardandosi e riconoscendosi nella loro diversità e facendo di quest’ultima un valore, garantendosi uguali diritti ed opportunità, verso il futuro.

Coro dell’Università Popolare di Treviso

Il coro nasce nell’ autunno 2006 su iniziativa dell’allora Presidente dell’Università Popolare Auser di Treviso Luisa Tosi e della cantautrice Rosanna Trolese, che per molti anni si è occupata di canti a tema sociale e popolare, per creare un’occasione di socializzazione tra persone prevalentemente ultra-sessantenni e di riflessione su particolari contenuti di carattere storico e sociale.

Tra gli spettacoli realizzati in questi anni ricordiamo quello nato in occasione del 150° anniversario dell’Unità di Italia, che propone una ventina di canti rappresentativi di tutte le regioni d’Italia eseguiti in italiano e nei vari dialetti locali, e “La storia siamo noi”, excursus storico-sociologico sul tema della grande emigrazione veneta del periodo di fine ‘800 e prima metà del ‘900 e sulla storia dei lavori tipici locali dell’epoca, spettacolo che prevede accanto ai canti una sequenza di letture a cura dell’associazione SelaLuna e una proiezione di oltre 200 immagini e filmati a tema.

Gli spettacoli sono stati presentati nei diversi circoli Auser, in auditorium e piazze della provincia di Treviso e del Veneto, spesso arricchiti dalla presenza di cantautori locali come Erica Boschiero, Francesca Gallo, Giorgio Barbarotta, Davide Camerin, Alberto Cantone, Alberto Cendron, Leo Miglioranza e Gerardo Pozzi.

Nella primavera del 2017 la maestra Rosanna Trolese passa il testimone della direzione alla cantautrice Erica Boschiero.

Attualmente il coro è composto una trentina di donne, fortemente motivate a ritrovarsi non solo per amore della musica, ma anche per i contenuti affrontati attraverso le canzoni e per la funzione di integrazione, conoscenza del territorio e socialità che i vari concerti hanno favorito.

Non secondario è l’aspetto di ricerca artistica del coro, di condivisione delle esperienze personali delle coriste soprattutto in relazione ai temi trattati, dell’effetto benefico che la musica corale produce in chi la pratica in una situazione di ascolto reciproco e di rispetto dell’altro.

ERICA BOSCHIERO

“La nuova Joni Mitchell”, “una delle voci più interessanti della canzone d’autore al femminile nel panorama italiano”, così i giornalisti descrivono Erica Boschiero, cantautrice e cantastorie veneta.
E’ stata vincitrice del Premio d’Aponte 2008, del Premio Botteghe d’Autore 2009, del Premio Corde Libere 2013, del Premio Lunezia – Future Stelle 2015, Premio per il Miglior Testo a Musicultura e al Premio Parodi nel 2012 e finalista l’Artista che non c’era e altri premi per musica d’autore.

Ha tenuto concerti in Islanda, Norvegia, Francia, Germania, Svizzera, Estonia, Lettonia, Bielorussia, Ungheria, Nepal e Kazakhstan. Si è esibita in diretta su Rai 2 e Rai News 24, su Radio 1, Radio 2, RSI e molte altre radio nazionali e locali.

Ha in attivo tre album, “Dietro ogni crepa di muro”, “Caravanbolero” e “E tornerem a baita”.
Ha aperto concerti e/o duettato con Gino Paoli, Danilo Rea, Paola Turci, Maria Gadù, Ron, Luca Barbarossa, Neri Marcorè, Mariella Nava, Elena Ledda, Canio Loguercio, Gualtiero Bertelli, Alessio Bonomo, Maria Pia De Vito, Andrea Satta. Collabora regolarmente con il fumettista Paolo Cossi, con Sergio Marchesini ed Edu Hebling.

L’8 marzo 2017 il Sindaco della Città di Treviso le conferisce il Premio “Riflettore Donna”, Civica Onorificenza che premia ogni anno una donna della città distintasi per senso civico e professionalità. www.ericaboschiero.it

GERARDO POZZI

Gerardo Pozzi scrive canzoni da sempre, ma trova il coraggio di pubblicarle solo alla soglia dei quarant’anni.

Ha all’attivo due album autoprodotti (“Sconosciuti e imperfetti” e “Tigrecontrotigre”).
Nel 2014 vince il Premio Fabrizio De André.�Nel 2015 apre il concerto di Roberto Vecchioni, a Treviso, per Suoni di Marca.

Nel 2016 vince il Premio Botteghe d’Autore (come miglior testo). Pur restando uno sconosciuto, riceve critiche positive e sproni da parte di Paolo Conte, Giorgio Conte, e molti altri artisti che ama. Ha in preparazione un nuovo album (“Sono una brava persona”).

DANIELA BARZAN dell’associzioane SeLALUNA

SeLALUNA è un’Associazione che, attraverso progetti di scrittura, lettura, espressione corporea, iniziative legate al campo della letteratura, dell’editoria, dell’arte e manualità, mette a disposizione del sociale un’offerta culturale, ricreativa e di sostegno alla persona.

Mira al benessere e a una migliore qualità di vita soprattutto delle fasce deboli: gli anziani, i soggetti con disabilità, le donne straniere, i carcerati, i bambini ospedalizzati e le loro famiglie, ma si rivolge anche a tutte le persone che trovano- nell’incontro con la parola variamente intesa-occasione di crescita personale.

29/03/19

 

GIOVEDÌ 21 MARZO 2019

Veneto Contemporaneo
I BLUES DELLE ALPI

OSLO

Lo spettacolo intitolato I Blues delle Alpi, frutto di una residenza artistica di tre giorni sul monte Grappa, coinvolge cantautori, musicisti ed interpreti veneti di nuova generazione in un repertorio composto da canti degli alpini e di montagna. La scaletta comprende letture musicate, storie di guerra e brani celebri della tradizione corale come La Tradotta, Tapum, Sul Cappello, Sui monti Scarpazi, Stelutis Alpinis. Le composizioni tradizionali vengono reinterpretate con nuove sonorità tipiche dei cantastorie e del folk, mentre le letture narrano la vita degli alpini in trincea.

 

 

SABATO 16 MARZO 2019

ore 21.15

E TORNEREM A BAITA – presentazione del nuovo album

PADOVA

BARCO TEATRO.  via orto botanico 12

 

con

ERICA BOSCHIERO – chitarra e voce

SERGIO MARCHESINI – fisarmonica e glockenspiel

ENRICO MILANI – violoncello

PAOLO COSSI – acquerelli dal vivo

 

cena con spettacolo
Cena 25 euro più 15 euro spettacolo
Solo spettacolo 15 euro

Info: www.barcoteatro.it

+39 375 576 4000

SABATO 09 MARZO 2019 ore 20:45

PRINCIPESSE UN CORNO!

Sala Damiano Chiesa – Via per Brugnera 1 – Francenigo di Gaiarine (TV)

Biglietto intero 6 euro, biglietto tesserati 4 euro

Info: 331/2602913 associazionelacorrente@gmail.com

viaggio musicale negli stereotipi femminili
alla ricerca di una vera parità di genere

Coro dell’Università Popolare di Treviso
diretto da Erica Boschiero

con la partecipazione di
Gerardo Pozzi cantautore
Daniela Barzan voce narrante

Il 20 gennaio 2018 le Nazioni Unite lanciano l’allarme: “le donne guadagnano il 23% meno degli uomini, è il più grande furto della storia”. E non è che l’ultimo dato di una serie lunga millenni, che conferma come, dopo il lungo percorso di emancipazione femminile, ancora oggi le donne vengano sistematicamente discriminate, stigmatizzate, caricate di ruoli a cui corrispondere, pena la pubblica gogna o la violenza verbale e fisica, dentro e fuori le mura domestiche.

Attraverso un excursus storico e sociologico sulla figura e il ruolo della donna dal medioevo ad oggi, passando per la rivoluzione femminista, snodandosi tra letture, canzoni popolari e canzoni d’autore, il coro accompagnerà il pubblico a riflettere sul ruolo della donna oggi, sulla sua posizione nella società e sugli stereotipi che ancora gravano su di essa.

Ad accompagnare il coro e le letture sarà presente anche il cantautore Gerardo Pozzi, che darà voce al vissuto di uomini che a loro volta cercano di muoversi in un contesto che cambia. Perché una vera emancipazione potrà avere luogo soltanto se uomini e donne cammineranno insieme, guardandosi e riconoscendosi nella loro diversità e facendo di quest’ultima un valore, garantendosi uguali diritti ed opportunità, verso il futuro.

Coro dell’Università Popolare di Treviso

Il coro nasce nell’ autunno 2006 su iniziativa dell’allora Presidente dell’Università Popolare Auser di Treviso Luisa Tosi e della cantautrice Rosanna Trolese, che per molti anni si è occupata di canti a tema sociale e popolare, per creare un’occasione di socializzazione tra persone prevalentemente ultra-sessantenni e di riflessione su particolari contenuti di carattere storico e sociale.

Tra gli spettacoli realizzati in questi anni ricordiamo quello nato in occasione del 150° anniversario dell’Unità di Italia, che propone una ventina di canti rappresentativi di tutte le regioni d’Italia eseguiti in italiano e nei vari dialetti locali, e “La storia siamo noi”, excursus storico-sociologico sul tema della grande emigrazione veneta del periodo di fine ‘800 e prima metà del ‘900 e sulla storia dei lavori tipici locali dell’epoca, spettacolo che prevede accanto ai canti una sequenza di letture a cura dell’associazione SelaLuna e una proiezione di oltre 200 immagini e filmati a tema.

Gli spettacoli sono stati presentati nei diversi circoli Auser, in auditorium e piazze della provincia di Treviso e del Veneto, spesso arricchiti dalla presenza di cantautori locali come Erica Boschiero, Francesca Gallo, Giorgio Barbarotta, Davide Camerin, Alberto Cantone, Alberto Cendron, Leo Miglioranza e Gerardo Pozzi.

Nella primavera del 2017 la maestra Rosanna Trolese passa il testimone della direzione alla cantautrice Erica Boschiero.

Attualmente il coro è composto una trentina di donne, fortemente motivate a ritrovarsi non solo per amore della musica, ma anche per i contenuti affrontati attraverso le canzoni e per la funzione di integrazione, conoscenza del territorio e socialità che i vari concerti hanno favorito.

Non secondario è l’aspetto di ricerca artistica del coro, di condivisione delle esperienze personali delle coriste soprattutto in relazione ai temi trattati, dell’effetto benefico che la musica corale produce in chi la pratica in una situazione di ascolto reciproco e di rispetto dell’altro.

ERICA BOSCHIERO

“La nuova Joni Mitchell”, “una delle voci più interessanti della canzone d’autore al femminile nel panorama italiano”, così i giornalisti descrivono Erica Boschiero, cantautrice e cantastorie veneta.
E’ stata vincitrice del Premio d’Aponte 2008, del Premio Botteghe d’Autore 2009, del Premio Corde Libere 2013, del Premio Lunezia – Future Stelle 2015, Premio per il Miglior Testo a Musicultura e al Premio Parodi nel 2012 e finalista l’Artista che non c’era e altri premi per musica d’autore.

Ha tenuto concerti in Islanda, Norvegia, Francia, Germania, Svizzera, Estonia, Lettonia, Bielorussia, Ungheria, Nepal e Kazakhstan. Si è esibita in diretta su Rai 2 e Rai News 24, su Radio 1, Radio 2, RSI e molte altre radio nazionali e locali.

Ha in attivo tre album, “Dietro ogni crepa di muro”, “Caravanbolero” e “E tornerem a baita”.
Ha aperto concerti e/o duettato con Gino Paoli, Danilo Rea, Paola Turci, Maria Gadù, Ron, Luca Barbarossa, Neri Marcorè, Mariella Nava, Elena Ledda, Canio Loguercio, Gualtiero Bertelli, Alessio Bonomo, Maria Pia De Vito, Andrea Satta. Collabora regolarmente con il fumettista Paolo Cossi, con Sergio Marchesini ed Edu Hebling.

L’8 marzo 2017 il Sindaco della Città di Treviso le conferisce il Premio “Riflettore Donna”, Civica Onorificenza che premia ogni anno una donna della città distintasi per senso civico e professionalità. www.ericaboschiero.it

GERARDO POZZI

Gerardo Pozzi scrive canzoni da sempre, ma trova il coraggio di pubblicarle solo alla soglia dei quarant’anni.

Ha all’attivo due album autoprodotti (“Sconosciuti e imperfetti” e “Tigrecontrotigre”).
Nel 2014 vince il Premio Fabrizio De André.�Nel 2015 apre il concerto di Roberto Vecchioni, a Treviso, per Suoni di Marca.

Nel 2016 vince il Premio Botteghe d’Autore (come miglior testo). Pur restando uno sconosciuto, riceve critiche positive e sproni da parte di Paolo Conte, Giorgio Conte, e molti altri artisti che ama. Ha in preparazione un nuovo album (“Sono una brava persona”).

DANIELA BARZAN dell’associzioane SeLALUNA

SeLALUNA è un’Associazione che, attraverso progetti di scrittura, lettura, espressione corporea, iniziative legate al campo della letteratura, dell’editoria, dell’arte e manualità, mette a disposizione del sociale un’offerta culturale, ricreativa e di sostegno alla persona.

Mira al benessere e a una migliore qualità di vita soprattutto delle fasce deboli: gli anziani, i soggetti con disabilità, le donne straniere, i carcerati, i bambini ospedalizzati e le loro famiglie, ma si rivolge anche a tutte le persone che trovano- nell’incontro con la parola variamente intesa-occasione di crescita personale.

09/03/19

MARTEDÌ 05 MARZO 2019 ore 21:00

ALBERI

ERICA BOSCHIERO E VASCO MIRANDOLA
ACCOMPAGNATI DA ENRICO MILANI AL VIOLONCELLO

 

PADOVA Sala dei Giganti

 

Si parla di alberi

quell’esplosione lentissima di un seme
gli strumenti a fiato del vento
liriche che la terra scrive sul cielo
Si parla di radici e della vertigine dell’altezza
li si segue quando di notte camminano e diventano sogni
ci si fa aiutare ad accorciare le distanze tra terra e cielo
si va proprio lì dove vibra il centro del mondo
Agli uomini si dice di altri uomini
ci si siede dentro un albero
e in quel silenzio che ascolta
si arriva al canto
Due noti artisti veneti iniziano con questo progetto una collaborazione su
una passione evocativa comune: gli alberi. Un attore e una cantautrice che
hanno in comune una visione poetica del coltivare arte, un giorno si fanno
spazio tra i rumori e le sirene, si incamminano, vanno da chi guarda il
mondo dall’alto, per chiedere aiuto, per non smarrirsi, per accorciare la
distanza tra radice e foglia, per ritrovare il ritmo del mondo.
Ne escono canti, suoni, parole, racconti, nell’intimità di un silenzio che ti
reinventa dentro.
Solo questo, un’oasi del sentire.
suggestioni da:
Rigoni Stern, Mauro Corona, Jacques Prevèrt, Giuliano Scabia, Alda Merini, Virgilio
Scapin, Italo Calvino, Ermanno Cavazzoni, Raffaele Baldini, Mariangela Gualtieri…

 

Ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria online: www.unipd.it/alberi

Veneto Contemporaneo presenta

IL NUOVISSIMO DE ANDRE’

Capitol Via G. Mazzini, 60 Pordenone

 

IL NUOVISSIMO DE ANDRÉ è uno spettacolo nato per commemorare il cantautore genovese a vent’anni dalla sua scomparsa.
Un’occasione per sentire cosa ha lasciato sulle generazioni di cantautori che lo hanno succeduto, anche le più giovani.
Un vero patrimonio il suo, un ponte tra le culture del suo tempo che lui ha tradotto nella forma semplice della canzone.
Attraverso di lui parlano alcuni tra le più grandi voci del ‘900. Da Bob Dylan a Brassens, da Leonard Cohen alle cantate Genovesi. La via della canzone Italiana e universale passa per lui.

Canteranno le sue canzoni:
Ricky Bizzarro
Ulisse Schiavo
Erica Boschiero
Marco Iacampo
Folake Oladun
Luna Civettini
Rares Cirlian
Gerardo Pozzi
Giuseppe Vio

Alla fisarmonica Sergio Marchesini
Alle letture 
Irene Barichello

Le illustrazioni di Sergio Algozzino sono tratte dalla novel story Ballata per Fabrizio De Andrè/edizioni BeccoGiallo Editore.

Veneto Contemporaneo è un progetto culturale, che si propone di raccontare il territorio nella sua cangiante contemporaneità attraverso le sue voci più vitali, libere e ferventi.

Erica Boschiero

Official Website